IN MEMORIAM

326X326 ANANDAMOY

 

Dennis Weaver

 

 

Dennis Weaver, attore cinematografico e televisivo di fama mondiale, appassionato filantropo e fedele discepolo di Paramahansa Yogananda per quarantotto anni, è venuto a mancare il 24 febbraio 2006. La Self- Realization Fellowship si unisce alla sua famiglia e agli innumerevoli amici in tutto il mondo nell’onorare “una vita ben vissuta” come l'ha definita Sri Daya Mata, che ha esemplificato l’ideale di Paramahansaji, di ricerca spirituale, servizio altruistico all’umanità ed equilibrato successo materiale.

Dennis Weaver ha condotto mensilmente per diciassette anni i Servizi domenicali al Tempio SRF di Lake Shrine. La registrazione su cassetta di due sue conferenze - “Come spiritualizzare gli affari” e “Sintonizza la tua vita sull’abbondanza di Dio”- ha inspirato molti ascoltatori con la sua presentazione degli insegnamenti di Paramahansaji su “come vivere”.

Dennis Weaver lascia la sua amata moglie di 60 anni Gerry, anche lei membro SRF di vecchia data, tre figli e tre nipoti. Una meditazione speciale, aperta al pubblico, è stata condotta da Brother Brahmananda a Lake Shrine in suo onore poco dopo la sua scomparsa; successivamente, Brother Ramananda ha celebrato un servizio commemorativo privato per diverse centinaia di familiari e amici.

Fu nel 1958, mentre aveva un ruolo da protagonista nella classica serie televisiva Gun-smoke, che fu introdotto agli insegnamenti di Paramahansa Yogananda durante una visita al Tempio di Hollywood del Guru. Lì incontrò il Dott. Lewis , uno dei primi discepoli di Paramahansaji in America e vicepresidente della SRF. Durante quell’incontro il Dott. Lewis gli chiese: “Riesce a dedicare quindici minuti al mattino e quindici minuti la sera per conoscere Dio?”. “Quella era un’offerta che non potevo rifiutare”, raccontò in seguito Dennis Weaver, “e da quel giorno non ho mai mancato di farlo”, trovando attraverso la profonda meditazione del Kriya Yoga una fonte duratura di pace ed equilibrio per la sua indaffarata vita esteriore.

In aggiunta ai suoi ruoli principali in quaranta film e una carriera televisiva pluripremiata durata decenni, Dennis Weaver ha dedicato molto tempo ed energia a cause umanitarie ed ecologiche. Fu insignito personalmente dal Presidente Reagan nel 1986 del premio presidenziale “PORRE FINE ALLA FAME” per la sua attività con LIFE (“Love Is Feeding Everyone” [“L’amore nutre tutti”]), un’organizzazione di beneficenza che ha sfamato 180.000 persone povere e senza tetto ogni settimana, fondata da lui e da sua moglie insieme all’attrice Valerie Harper. All'inizio degli anni Novanta, dopo essersi trasferito da Los Angeles in Colorado, i coniugi Weaver fondarono anche l’Istituto di Ecolonomics – un termine coniato da Dennis Weaver per indicare la ricerca di soluzioni economicamente sensate ai problemi ecologici del mondo.

Nella sua autobiografia, “Tutto il mondo è un palcoscenico” scrisse: “Lo strumento più efficace che io conosca per cambiare il nostro ambiente interno è la profonda meditazione, perché è nell’immacolata quiete interiore, nella sfera dello Spirito, che noi proviamo in un modo tangibile e personale l’amore incondizionato di Dio. Ricordate, c’è solo un cuore che noi possiamo cambiare ed è il nostro. Quando lo cambiamo, incominciamo a influenzare gli altri. Perciò il cambiamento della coscienza mondiale, di cui c’è disperatamente bisogno, è una responsabilità individuale. Noi abbiamo bisogno di accendere la nostra candela in modo che gli altri possano accendere la loro dalla nostra.”

In un messaggio speciale letto al servizio commemorativo, Sri Daya Mata ha scritto: “Quando usiamo il dono prezioso del tempo che ci è stato dato per condividere con gli altri qualcosa del nostro eterno sé – della bontà e dell’amore che c’è dentro di noi – lasciamo delle impronte spirituali che gli altri possono seguire e così le nostre vite diffondono la luce di Dio in questo mondo. Dennis sta raccogliendo adesso le benedizioni che arrivano quando si esprime quello spirito di servizio verso gli altri. Mentre partecipiamo dicendogli “grazie” per una vita ben vissuta e per l’amicizia che abbiamo condiviso, facciamolo con la certezza che lui riceva questi pensieri amorevoli e che essi porteranno un benessere e una pace profonda alla sua anima... Tutti noi della Self-Realization Fellowship ci uniamo nel pregare per la sua famiglia e nell’inviargli il nostro amore e amicizia eterni, fino al giorno in cui ci incontreremo di nuovo in Dio”.